I benefici di termoregolazione e contabilizzazione

Il Dlg.s 141 del 2016, che va ad integrare il Dlg.s 102 del 2014, stabilisce che tutti i condomini che presentano impianto di riscaldamento centralizzato o di teleriscaldamento avrebbero dovuto dotarsi, entro dicembre 2016, di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione (proroga slittata poi al 30 giugno 2017). Tale obbligo comporta per gli impianti a distribuzione verticale l’installazione su ciascun corpo scaldante di valvole termostatiche e di contabilizzatori di calore; per impianti a distribuzione orizzontale comporta l’obbligo di installazione di contatori volumetrici all’ingresso di ogni unità immobiliare, ed almeno un controllo di zona come ad esempio valvole sui collettori. Le valvole termostatiche consentano di svolgere la funzione di termoregolazione, impostando in autonomia la temperatura ambiente di ogni singola stanza, mentre i contabilizzatori (o ripartitori) hanno la funzione di quantificare i consumi della parte volontaria di ciascun corpo scaldante e di conseguenza di ogni unità immobiliare.

Fino ad ora si è parlato di tale obbligo come un’imposizione legislativa fine a se stessa, ma a parte i benefici di un risparmio energetico globale, vediamo se, a fronte di un investimento iniziale, esistono dei vantaggi economici nella conduzione dell’impianto per i singoli condomini.

Il vantaggio più evidente e significativo nell’utilizzo delle valvole termostatiche è l’efficiente uso del corpo scaldante, correggendo, anche, eventuali sovra/sottodimensionamenti del corpo scaldante: se in un locale percepiamo una temperatura ambiente troppo alta o troppo bassa, possiamo regolarla in base al confort che vogliamo ottenere. Tale regolazione si effettua cambiando la posizione della valvola termostatica, ciò porta ad un risparmio economico, permettendo di staccare il riscaldamento arrivati ad una certa temperatura, e quindi di consumare meno; la temperatura viene scelta attraverso la scala graduata che vi è sulla valvola termostatica (le posizioni della scala graduata non corrispondono ad una specifica temperatura), l’azienda Caleffi, attraverso studi effettuati, ha stimato un risparmio del 5% per ogni grado in meno in ambiente.

Oltre ai vantaggi della termoregolazione, l’installazione dei ripartitori, permette la suddivisione della spesa totale di riscaldamento, per lo meno nella parte più significativa, in base ai reali consumi dell’unità immobiliare: chi consuma meno spende meno.

Facendo una ulteriore considerazione, l’installazione della termoregolazione e della contabilizzazione porta al vantaggio di avere un impianto condominiale, con gradi di sicurezza e controlli più alti rispetto ad un singolo impianto, ma gestito quasi come un impianto autonomo.